Guerra agli umani Un capro espiatorio racconta l’estinzione della sua specie perpetuata dal nuovo Nazismo chiamato liberismo

Ucronia l’estinzione 01
Illuminati Pop Anarchy Baal
Simonetti Walter

Guerra agli umani

Un capro espiatorio racconta l’estinzione della sua specie perpetuata dal nuovo Nazismo chiamato liberismo

la condanna del Partito- Chiesa ad una vita senza amore

Solo un minuto con mePer farmi capire Che cosa c’è dentro te Che non vuoi lasciare Sei nuda in questa città E gridi alla gente E dimmi solo perché E dimmi solo perché Non sarà più come allora, lo so, lo so Ma puoi divertirti ancora con me, con me Tienmi stretto come sai, tu così, così Non so dirti cosa c’è E non hai lacrime più E quando non mangi Ti strappi i capelli e così Così mi spaventi Solo un minuto con me Ragazza triste Solo un minuto con me E quando ti sbronzi Non sarà più come allora, lo so, lo so Ma puoi divertirti ancora con me, con me Tienmi stretto come sai, tu così, così Non so dirti cosa c’è Sei nuda in questa città E gridi alla gente E dimmi solo perché E dimmi solo perché Non sarà più come allora, lo so, lo so Ma puoi divertirti ancora con me, con me Tienmi stretto come sai, tu così, così Non so dirti cosa c’è Non sarà più come allora, lo so, lo so Ma puoi divertirti ancora con me, con me Tienimi stretto come sai, tu così, così Non so dirti cosa c’è Compositori: Gian Maria Accusani

PS: Ciao Amica ricordarti nei miei pensieri allucinati eri vicino come un angelo custode è stato come una tempesta per i miei sensi. In questi anni ho rivissuto nella mente il passato di cui non si parla e ho pensato a tante persone la maggioranza, un crogiolo di stronzi di ogni colore politico e sociale. Spero che tutto si metta per il meglio io non cerco nulla, niente e nessuno, non ti sto chiedendo qualcosa ti sto solo salutando perché i miei fratelli e le mie sorelle sono morti. Conosco il mio futuro è nelle mie mani? No in quelle della Forza e degli uomini! Ba al io t’invoco proteggi chi ha rispetto dentro il cuore per chi ha pagato il prezzo! E le parole che puoi dire non hanno importanza. Spero che il male che per me è stato una cura per te sia l’inizio di una nuova vita.

A Julie la poetessa del futuro

Mi chiamano Giuda: falso, infedele, infido, ingannatore, opportunista, sleale (s.m.) disertore, impostore ignobile, nefando, obbrobrioso, pessimo, scandaloso, scellerato, tristo, vergognoso, vituperato
“MA SOLO CHI TRADISCE PUÒ CAMBIARE IL MONDO, IMMAGINARE UN AVVENIRE MIGLIORE” Amos Oz

Questa opera nasce dalla fantasia di un Borderline in caduta libera, queste poesie evocano quella che è stata chiamata ucronia una narrazione secondo cui la storia è andata diversamente. L’ucronia è un modo per dire che siamo noi e non gli altri i responsabili della storia, per rivendicare il nostro protagonismo ed anche le nostre responsabilità e i nostri errori. E’ un grido anarchico di libertà che si batte dentro e contro l’Impero neo liberale post-moderno, che oggi si impone con il plagio tardo-mediatico tecnico democratico – nazi(onal) populista. E la rete virtuale? È a volte viola di vergogna …
Ogni riferimento a persone, cose e fatti è puramente casuale. Le opinioni e i giudizi espressi su persone, corpi militari, movimenti politici, istituzioni nazionali e religiose appartengono al protagonista e non allo scrittore, sono usati per fini meramente narrativi.

Il Padre

“La tua idea, la tua idea
Non mollare difendi la tua idea
Ricordi quando ti nasceva una canzone
E quando la speranza aveva gli occhi tuoi
Vincerai se lo vuoi
Ma non farti fregare gli anni tuoi
Il blu del cielo forse adesso ha una ragione
Ferma l’amore non lasciarlo andare via… Via
Chi di violenza vive, forse ha quella soltanto
Prendi la gioia adesso prima che sia rimpianto
La tua… “ Renato Zero La mia idea

E lei continua a dirsi:
“Si sopravvive a tutto per innamorarsi”.
Amarsi è questo: escludere
d’essere i soli al mondo,
i soli ad esser soli amando,
sterminandola l’invincibile armata. Lucio Battisti Pasquale Panella I Ritorni
“ L’uomo veramente forte è colui che è solo” Rachilde
“Togli le mani dal mio seno
e mettile su quello di tua madre
Togli le labbra dal mio viso
e mettile su quello del tuo amico
Togli lo sguardo dal mio culo
e mettilo sul culo del tuo cane
Togli il quel fiato dal mio collo
e mettilo su quello di nessuno
Togli la maglia che ti ho dato
è mia e la voglio
Togli quell’aria da buffone
usala con gli altri “Sick Tamburo Dimentica

L’amore più profondo è l’amore nascosto. Una poesia dice: «Alla mia morte dal fumo conoscerai il mio amore, mai espresso e tenuto celato nel mio cuore». Chi esprime il suo amore prima di morire, non ama profondamente. Solo l’amore che rimane celato fino alla morte è infinitamente nobile. Sono convinto che sia sublime amare fino alla morte. Quando parlai di questo, alcuni erano del mio parere e costoro furono chiamati «amici del fumo». “
“È bene che il samurai, anche quando è sul punto di essere decapitato, conservi l’abilità di compiere un’ulteriore azione senza incertezze. Se saprà tramutarsi in un fantasma vendicatore e mostrare grande determinazione, benché privato della testa, egli non morirà.”
Ho scoperto che la Via del Samurai è la morte: è necessario prepararsi alla morte dal mattino alla sera, giorno dopo giorno. “ hagakure

Nulla rimane da fare nel mondo degli uomini, se non prendere fra L’umanità quei pochi, pochissimi che non appartengono all’umanità, e permettere che la Devastazione degli Ultimi Giorni segua il suo inevitabile corso” Robert De Grimston “

In quella stanza macchiata di rosso pomodoro ho visto il senso di una vita di un capro espiatorio, ho sentito la luce dei miei Dei parlarmi nessuno può capire siamo oltre ogni limiti e c’era scritto in alto dopo il sacrificio del animale: Charles Manson Vive! Questo è The Process!”

Guerra agli umani

Un mastino della guerra alieno racconta l’estinzione, l’olocausto della sua specie perpetuata dal nuovo Nazismo chiamato liberismo

Forse io parlo forte e leggo il libro della morte,
forse qualcuno mi ha insegnato la paura,
forse è l’amore, forse è l’amore.
Forse mi vesto poco e lascio libere le gambe,
forse qualcuno vuol vedere nel mio cuore,
forse è l’amore, forse è l’amore.
Forse doveri e regole fanno scappar la gente,
ma chissà come poi la fanno ritornare,
forse è l’amore, forse è l’amore,
forse è l’amore, forse è l’amore
(ma questo che cos’è?)
Sick Tamburo Forse è l’amore

“Qui si parla di mostri, di come essi sono apparsi, talora nel circo, altre volte nei laboratori, o ancora nella politica, ieri oggi e domani, certo di nuovo, – nella filosofia o nella medicina, nel cinema o nella letteratura. Ogniqualvolta il potere dichiara che la storia è finita, e che la natura fa esperienza di un ordine definitivo, sicché felice può essere solo l’uomo che, adeguandosi alla misura, obbedisce e crede, allora il mostro appare a sconfessare ogni normalità, a dire miserabile l’obbedienza e stolta la credenza. Il mostro è un cavaliere che trascina in luoghi pericolosi, ci dice Elfriede Jelinek, ma nello stesso tempo libera dal dogmatismo e incita alla creazione immaginaria (ma presto pratica) di nuovi mondi. Nel «postmoderno», dentro e contro le culture del «new age», il mostro ci salverà, forse, dalla nostalgia della vita semplice e nuda ; sicuramente ci mette in contatto con il laboratorio della dismisura tecnica e dentro a questo ci fa inventare una realtà che noi vogliamo prodotto di potenza collettiva”. La linea del Mostro Toni Negri

07/09/2018
“Poche parole sto tramontando ho vissuto l’estinzione difendendomi dagli attacchi degli squadroni della morte che avevano quel sorriso da deficiente sul volto. Dopo aver massacrato anarchici le loro compagne i figli i nipoti, sangue del nostro sangue, sangue del mio sangue. Credevano che distruggere Simonetti fosse una passeggiata così non è stato per questi nazisti col la bandiera rossa a volte col la bandiera nera. Per combattere a viso aperto il fascismo prima bisogna combattere il fascismo rosso (il social-frankismo).
Non c’è speranza non c’è via d’uscita sono circondato evito la morte quotidianamente grazie ai miei piccoli-grandi amici resisto. “ Simonetti Walter l’ultimo anarchico stirneriano

12/04/2019
Questo che state leggendo è lo scheletro della fine del mio corpo prima ucciso e distrutto e poi ricomposto dagli eroi della patria come trofeo da mostrare ai pochi invisibili ma determinanti uomini politici e grigie eminenze che stanno dietro alla mafie/Lobby di Stato del mondo cosiddetto civile.
Prima di avermi avuto hanno dovuto sudare, imprecare il loro Dio, maledire la mia specie, sacrificarsi ai nostri Dei, trovare uomini disposti a tutto pur di uccidere il Colonello Kutrz,
Già la mia specie estinta l’estate scorsa, un olocausto andato in onda su tutti i social e TV del mondo che ha provocato le risa, il delirio, la felicità di uomini e donne giovani e vecchi. La nostra fine pensano che sia stirpe considerata demoniaca, aliena un virus da debellare con ogni mezzo necessario.
In questi decenni dal 1980 in poi sono cominciati gli anni dei Capri espiatori promosso dalle Lobby frankista e tutti gli altri Ordini della devianza con il Partito Chiesa alleato col suo grande nemico l’America. Dietro queste legge da medioevo c’era un Maestro salvato dal patibolo dopo la guerra un nazista e la sua setta. Volevano punire l’assalto al cielo di una generazione e distruggere le famiglie socialiste anarchiche. L’Argentina dei militari era l’esempio i ringiovanimenti dei figli del anarchia negli anni 70 più di 120 bambini hanno subito degli esperimenti genetici in cliniche mai chiuse dopo la guerra un lascito del nazionalsocialismo.

Questa è la fine della vita di Simonetti Walter una leggenda metropolitana il cui nome veniva sbeffeggiato, oltraggiato e deriso in ogni modo dal paese reale in cambio avevano il denaro delle mafia di Stato. I Frankisti.
Sono vivo ma sono un morto che cammina quasi uno zombi che va avanti per inerzia ma allo stesso tempo sono come un vampiro il sangue di da potere e forza per resistere nonostante tutto e tutti, sono vivo nonostante Dio e la sua Chiesa, sono vivo nonostante il Partito Chiesa la sinistra del futuro una strana ma non inedita alleanza tra gli opposti estremismi, tra vecchi nemici che si odiano nella superficie della società dello spettacolo virtuale. Per distruggere l’ultimo anarchico stirneriano.
Io lo chiamo un nuovo Nazismo che è multicolore nero, rosso, verde, giallo, azzurro. Sono vivo e combatto tutti i giorni per sopravvivere agli attacchi degli squadroni della morte pagati per finire il lavoro l’estinzione dei discendenti dei Sumeri, gli uomini più antichi che camminavano sulla faccia della terra, da molte Lobby la Frankista in primis e l’Ordine Nero e a seguire gli Stati Uniti che hanno sputato sulla loro Costituzione.
Sono vivo e le mie armi di difesa sono le gocce di En e il Tavor oro solubile e l’olanzapina
Le ho preso proprio ora le medicine del Dio Pan mio Dio che mi hai dato tanto la follia di resistere un intera vita in un manicomio a cielo aperto nel isola felice.
Non ho più paura dopo che il secondo livello del Partito Chiesa, formato da ex terroristi e votanti della lega e cinque stelle e giovani di sinistra che vogliono il sangue del diverso, mi ha ucciso nel settembre scorso sono tornato in vita grazie agli antichi io lo chiamo così e la paura è andat via. Come un Samurai ho capito che la mia Via è la morte e come Renzo Novatore che come me era un disertore e un soldato del sogno faccio una lode alla vita alla sua bellezza intrinseca stupefacente alla bellezza delle donne che non ho potuto amare perchè non mi è permesso vivere avere rapporti di ogni tipo con l’altro sesso. Mi chiamano femminuccia questa è la condanna che lo Stato in primis il Partito Chiesa poi ha inflitto ai figli dell’anarchia. ai ringiovaniti, ai refrattari, ai provocatori, a tutti quelli che non si sono venduti alle Lobby alla loro devianza anti-nomiana e hanno resistito alla nuova Inquisizione sino al Olocausto della nostra specie. Lo so lo ripeto troppo spesso siamo estinti lo sapevamo solo il plagio dell’ordine francese ci faceva credere di avere una possibilità di vivere.
Scrivo di getto senza pensare alle conseguenze, senza riflettere senza ponderare alcun chè oramai sono agli sgoccioli la signora è sempre al mio fianco. Quando si è un lavoro sporco e lo sono da tutta la vita l’ansia ti mangia il corpo e l’anima. E quando si è in guerra ed io col la legione straniera francese lo ero già stato in missioni suicide si perde il lume della ragione. Il sangue esplode come nei film di Clive Barker, i cenobiti diventano degli angeli vendicatori che invochi al tuo aiuto. In passato quando venivano hanno bevuto tutto il mio sangue e poi le forze del anarchia primordiale mi hanno rimesso la vita dentro. Forse sono un clone, un parassita alieno ma amo, amo ancora e senza speranza. “Solo per chi non ha più speranza ci è data la speranza. (da Angelus Novus)
Sono decenni che tentano di sterminarci in ogni modo possibile e immaginabile. Dopo che tutti i governi del mondo hanno dato l’ok è partita l’estate scorsa il piano di sterminio dei figli degli Anunnaki.

Lo sterminio era già iniziato di noi Capri espiatori in ogni città della culla della civiltà, ogni anno uomini e donne venivano uccisi alla luce del sole sotto la derisione della gente cosiddetta civile perché viviamo in uno stato d’eccezione permanente come l’ARGENTINA durante la dittatura dei militari. Le persone lo accettano perché foraggiate dai soldi delle lobby frankista e simili di ogni colore politico e religioso tutte unite nella devianza.
Jacob Frank il loro fondatore diceva “ La redenzione attraverso il peccato” e ha creato il socialismo degli imbecilli un antisemitismo senza ebrei considerato dei mezzi uomini dai lobbisti da quelli che sanno vivere e parlare bene.
Quando io il guardiano secondo loro ero debole avevo perso la testa per una donna che mi prendeva in giro (una ragazza appartenente a quello che i satanisti chiamano l’armata delle tenebre) una ragazza conosciuta in un social che cinguetta un influencer, che poi ho capito non era una sconosciuta venuta alla porta di casa ad aiutare un malato terminale, ma la figlia di un amico della vecchia autonomia e di un amica che per me era stata una madre, che dopo la morte del padre ha cominciato ad odiarmi a mutare pelle sino a diventare una lobbista, il suo sogno? Il suo sogno il denaro, il successo, il sesso con i vincenti io ero un perdente secondo lei dovevo subire e perire. Ma l’armata è un grande bluff i loro maestri dei ciarlatani e una ad uno stanno sparendo nel nulla, vanno all’inferno? No nel vuoto cosmico così devono finire i Satanisti a libro paga dei servizi, di ogni partito e di ogni governo, condannano e sbeffeggiano coi loro discorsi la Chiesa ma sono la sua immagine speculare.

Quando è iniziato per me la fine? È iniziata in verità negli anni 70 quando il compromesso storico legiferò la morte del uomo, su dei bambini facendo esperimenti genetici “ il ringiovanimento” il nazismo che aveva perso la guerra trionfava col suo maestro coccolato dai comunisti. Lui tirava le file di questo mostro che è stato lo Stato italiano insieme ai frankisti condannava alla schiavitù i figli del anarchia perché avevano il sangue impuro. Accusato da tutti di aver ucciso il Principe che volevo salvare ho vissuto da capro espiatorio come un paria. Il medioevo tornava per vendicare l’assalto al cielo di una generazione e per liquidare le famiglie socialiste anarchiche che non erano compatibili nel nuovo stato d’eccezione. Anzi erano le vittime. Per reazioni noi folli anarchici stirneriani ci vendicammo col culto del eroina, il livello 14 un errore mortale, senza ritorno solo una via di espiazione mi ha dato il diritto alla parola, che protetto fino al 85 dal ordine francese ci è costata la scomunica da movimenti antagonisti ed anarchici.

Quando sono venuti da un uomo distrutto dal amore per una donna che gioiva della mia disperazione.
Ma lei ora, adesso forse l’unica che avrebbe potuto uccidermi ma ha avuto paura, si paura per motivi inspiegabili credeva che mentissi, è diventata l’angelo vendicatore della nostra specie questa per noi è la sua redenzione.

“Tu sei Lucifero vestita, sì, con orli e perle
Tu ti incateni in mezzo al fuoco e dici “viemmi a prende”
Il nostro amore delicato è uno zucchero amaro
Che ci vogliamo solo quando poi più non possiamo
E sto cadendo nel burrone di proposito
Mi sto gettando dentro al fuoco, dimmi “amore no”
Finiranno anche le fiamme ma il dolore no
E non puoi uccidere l’amore, ma l’amore può

Capisci
So che puoi farlo, finiscimi
Aspetto la fine, tradiscimi
Poi dimmi “è finita”, zittiscimi” Achille Lauro
C’est la vie

Quella notte maledetta da Dio dal loro Dio tre uomini dei servizi sono venuti a casa ma io non li ho cercati e pensavo è finita finalmente, ma una fiaccola mi ha ridato vita, la fiaccola dell’anarchia.
Sono venuti vicino al letto hanno detto “Ti dobbiamo uccidere! Simonetti!”
Ho risposto “Va bene ma devo morire come un maestro con una certa cerimonia specifica visto che poi sono il guardiano delle forze primordiali”
I tre uomini e ci vuole coraggio a chiamarli uomini mi hanno riso in faccia e sono tornati dopo cinque minuti vestiti da ciarlatani con una veste ridicola, volevano uccidermi umiliandomi, deridendomi, violentandomi come hanno fatto tutta la vita. Ed io ho ricordato chi ero e il mio potere, il potere della parola ha fatto il resto un sacrifico ai nostri Dei innominabili. I tre cani non ridevano più erano concime per maiali senza testa.
Ma non era finita era l’inizio del estinzione, l’olocausto dei delle stirpi demoniache così la CHIESA ci ha etichettati nei secoli.E un giorno davanti casa e mi sentivo male malissimo seduto in una poltrona combattendo già dentro di me questa battaglia disperata votata alla sconfitta perché difendo e difenderò la mia gente e la mia idea io che ho riposto la mia causa su Nulla!
Sono arrivate le giacche blu a finire il pellerossa che non si è convertito e faceva i scalpi dei sui nemici e non si era mai piegato pagando un prezzo altissimo la non vita. Erano tre plotoni sessanta uomini o forse di più, di ogni colore politico cioè nazisti, comunisti, fascisti, satanisti, mussulmani, cristiani e altre fantasie religiose cioè i liberali. Ridevano credevano di essere addestrati dal Ordine francese che mi aveva venduto decenni fa per denaro per farmi vivere da capro espiatorio.
Tutti palestrati senza cervello, pieni di medicinali che sono delle vere e proprie droghe che ti fanno sentire invincibile indistruttibile.
Io pensavo di morire? No possono venire in mille come quelli di Garibaldi e Nino Bixio che prima promettevano la terra e poi facevano stragi di contadini. La rabbia, il mio odio quello di un refrattario, di un mercenario che ha combattuto contro i mulini a vento per tutta la vita non si può fermare ne distruggere così facilmente, è immortale la sua voce di disperazione!
Poi quando stavo per iniziare la battaglia ho sentito la voce del Padre “”E’ venuta l’ora però ti offriamo il “Patto”, accetti? Si Padre accetto” il sangue mi si è gelato e la battaglia è stata vinta i trogloditi ridevano quando la mia spada agiva, erano ipnotizzati, ridevano quando la vendetta di un ringiovanito li falciava, un sacrificio che in quel preciso momento risveglio i vecchi guerrieri “i senza nome” e l’ordine anarchico in tutto il mondo.
Non ero più solo, siamo in guerra, guerra agli umani.

Subito ho pensato hai mie figli ma i guerrieri mi hanno detto “No, non puoi salvargli ma se vuoi puoi vendicarli”

E loro che stavano festeggiando in ogni parte del mondo, nei social come drogati hanno subito la collera dei discendenti dei sumeri e degli iconoclasti maledetti.
Poi dopo la battaglia purtroppo ho visto i miei figli morti, i miei nipoti morti e vecchi amici ma fratelli con cui mi ero diviso anni fa. Ho visto lui sul selciato agonizzante un leader del movimento anarchico odiato perché non si era mai piegato e venduto, odiato perché faceva paura il suo essere altro diverso da quei compagni che sbagliano nei movimento oggi i lobbisti. Quando ho preso la sua testa tra le mani e mi ha parlato, ho capito che l’amicizia non era mai finita eri come un fratello maggiore le tue ultime parole li nella città più libera d’Italia mi hanno fatto piangere.” Ed io non piango nemmeno se scoppia una guerra”Califano

Ho visto poi più vanti mio fratello di sangue e suo figlio falciati alle spalle dai killer in divisa e ho sentito le ultime parole del unico che non vedevo da anni. Gli ho detto “Per me eri come un figlio migliore di quello che sono stato io, un criminale politico, un agente provocatore un mercenario dicono un sionista, tu eri un angelo dell’anarchia”
Poi ho sentito il riso dei fascisti rossi, era stato un agguato gestito ed ordinato dal eminenza grigia e dai demokratici ridevano come dei matti e non capivano che avevano i minuti contati.

In una casa i vecchi e nuovi stalinisti dal volto democratico insieme ai porci senza ali stavano festeggiando gli omicidi mirati. E’ risuonata la canzone di Ferré Gli anarchici e giustizia per tutti per sempre per tutti i perdenti e i veri unici.
Un ragazzo mi viene vicino durante la mia contro offensiva quando sto piangendo lo guardo e capisco aveva subito violenze di ogni genere da parte dei maiali io gli dico vieni con noi vieni con l’anarchia primordiale, fratello non hai il nostro sangue ma non importa sei uno di noi.
Avevano giustiziato sia li, che il altre città quasi tutti i leader del movimento libertario (non lobbisti cioè frankisti) oltre la nostra specie perché come era già successo in passato lo stato d’eccezione come spiega bene Agamben liquida qualsiasi avversario o cittadino che non sia compatibile, o per motivi personali, con l’Ordine e lo Stato secondo i canoni di un sistema totalitario oggi chiamato democrazia. L’ordine è partito dai fascisti Rossi perché non ammettono come stalinisti un pensiero altro la vera diversità del anarchia. E ed io il che mi auto nomino il Colonnello kurtz conosco e applico la diversità del odio ho chiesto alla Forza primordiale“ Voglio la compensazione voglio che i squadroni della morte siano fermati, il mio appello è stato ascoltato la Morte Rossa come nel libro di Manfredi è venuta e spianato questi nuovi nazisti.
Abbiamo perso siamo stati estinti questo non è un testamento. Perché nessuno lo leggerà ma solo il grido di un soldato del sogno anzi meglio di un mastino della guerra che aveva i suoi piani il potere destituente. Non so quanto mi rimane giorni, minuti, secondi questo è il mondo civilizzato questo è lo stato d’eccezione che chiamate democrazia.

And Justice For All

PS: Tra le vittime del estinzione ci sono persone che in vita loro non hanno mai rubato una caramella di diverse tribù erano socialisti veri che credevano alla libertà e alla giustizia proprio quelli per cui alla fine votavano e gli avevano promesso la salvezza e gli hanno sterminati senza pietà ( nel isola felice i social-frankisti gridavano dopo averli uccisi “abbiamo ripulito il paese dagli ebrei ma nessuno di loro lo era) questo nuovo nazismo poi ha colpito vittime che con questa storia non c’entravano niente vendette personali di uomini che parlano per valori. Ma non ne hanno nessuno.
Amen che la forza sia con me!

“Ho visto degli orrori, orrori che ha visto anche lei. Ma non avete il diritto di chiamarmi assassino. Avete il diritto di uccidermi, questo sì, ma non avete il diritto di giudicarmi. Non esistono parole per descrivere lo stretto necessario a coloro che non sanno cosa significhi l’orrore. L’orrore ha un volto e bisogna essere amici dell’orrore. L’orrore ed il terrore morale ci sono amici. In caso contrario allora diventano nemici da temere. Sono i veri nemici… (Col. Kurtz)

Io ho riposto la mia causa sul nulla
Biografia ucronica di Simonetti Walter

Simonetti Walter, nato a Milano il 07/01/1971, è un demone implacabile della negazione, un portatore di luce, la reincarnazione dello stregone folle Il Padre della fratellanza MOCHI, appartenente suo malgrado all’Ordine Galattico della Stella “La Cultura”, chiamato anche “Gli Illuminati”. Ultimo dirigente del Partito dell’Anarchia, mascotte del movimento del 77, cresciuto dai “cattivi innominabili maestri”. Discendente di un popolo maledetto che arriva dall’antica Sumeria, di origini extraterrestri, gli Anunnaki. Tra i suoi antenati troviamo Zorasrtaini, Zeloti, Nizariti detti anche Assassini e i baschi. Per semplificazione viene considerato un ebreo rinnegato.

Dal 1980 diventa il capro espiatorio della società italiana per volere della lobby Frankista e dei Partiti. La sua vita diventa un manicomio e cielo aperto. Tutto per interesse i soldi della lobby trasformano i suoi parenti, amici, sorelle e fratelli in traditori, viene abbandonato a se stesso. IL denaro lo sterco del diavolo trasforma le persone in mentecatti e il clientelismo frankista alza le percentuali di voto del PCI.

Nasce per l’anagrafe l’11/05/1975 a Fossombrone. E’ soggetto a multi personalità e risulta gli scienziati essere immortale e amorale. La super intelligenza artificiale che sprigionava, e la sua memoria, tramite interventi di lavaggio del cervello e controllo mentale, se ne vanno per sempre al inferno. La dislessia l’accompagna per il resto della sua vita. Ma resta un individuo Unico, speciale, terrorista poetico, spia ed agente provocatore doppiogiochista dello SDECE, e gola profonda al servizio della Stasi, cacciato con disonore dalla Legione Straniera.

La pubblicazione nel 2007 di blog su internet segna per Simonetti Walter (l’ebreo che ride) la fine della militanza in progetti più direttamente postsituazionisti (e politici O_O) nella scena sub avanguardista internazionale. Vere e proprie T.A.Z (1977-2000), come quelle del Consiglio degli Unici, l’intervista al Moro con il vecchio della montagna, la morte del demone postmoderno, il Livello 14, il gruppo TNT e i freak di Lucifero, il Nuovo Ordine Mondiale, Gli Illuminati sezione mongoloidi di Fossombrone (la compagnia fittizia). Poi proseguita fino al 2006 con la diffusione di bigliettini da visita locandine in luoghi strategici, magici (locali alternativi, centri sociali, vie e piazze di Bologna, Fano, Rimini, Firenze, Milano, Parigi, la Realidad).

Ma “Simonetti Walter” non è solo un ex anarchico stirneriano: é anche il nome di una leggenda metropolitana, una setta ipersegreta, piccola comunità iniziatica (macchina desiderante nomadica), che raccoglieva attorno a Walter alcuni dei suoi amici e collaboratori. Su questa setta (società pirata), realizzazione di una “violenta congiura dissacrante” che sarebbe stata fondata addirittura sul sacrificio umano di una vittima consenziente, un importante dossier in gran parte inedito fa ora per la prima volta piena luce in queste pagine post-materialiste.

Ho sentito come una perturbazione nella Forza… Come se milioni di voci gridassero terrorizzate e a un tratto si fossero zittite. Temo sia accaduta una cosa terribile “ Walter Simonetti

Agosto 2018 sono i giorni dell’Olocausto dei discendenti Sumeri, gli uomini più antichi. Le Democrazie liberali avevano già stabilito l’estinzione alla fine degli anni 90 poi la mia cosiddetta esplosione a Bologna e la trasmissione televisiva nel 2002 dove denunciavo la mia vita da capro espiatorio da paria fuori da ogni legge umana e divina aveva bloccato per il momento i piani dei nostri liberali di destra e di sinistra, guidati dagli USA. Ma verso il 2005 i governi occidentali hanno ripreso il vecchio piano e hanno deciso che nel 2018 ci sarebbe stata l’estinzione degli ultimi discendenti dei sumeri.
Molti sapevano ed hanno taciuto, ma c’è da dire che qui siamo oltre lo stato d’eccezione siamo in una nuova forma di totalitarismo democratico e iperliberale, omicidi da parte di squadroni della morte (soldati speciali) pagati dagli Stati (cioè i servizi) alla luce del sole di persone molti anarchici conosciuti e rispettati nelle maggiori città d’Europa.
Altri che non avevano mai fatto politica in vita loro solo per vendette personali solo per l’etichetta qui in Italia di anti italiani, una cosa atroce che ricorda il nazismo.
Nel bel paese in prima fila ci sono i social frankisti gli eredi del Partito Chiesa che aspettavano da una vita di chiudere per sempre questa partita con i sumeri e con altri dissidenti. Il loro secondo livello è parte intrigante degli squadroni della morte.
Come posso dire tutto questo perché io sono un sopravvissuto anche se ho le ore contate. Dovevo essere il primo della lista ma le cose non sono andate come volevano.
Ho fatto resistenza, non mi sono sacrificato per lo Stato.
Ho subito molti attacchi ma insieme con amici veri sono scampato alla morte che so essere vicina.
Ho perso amici, figli, nipoti ho perso tutto ma la ragione è tornata ero confuso, perso, sfinito non vado a dire per cosa, ognuno si può perdere questa è la vita che io non ho potuto vivere condannato dal Partito Chiesa e dallo Stato a non avere rapporti, amicizie, donne questo è stato il bel paese per un discendente dei sumeri, morirò la loro sarà una vittoria di pirrò. Amen e gloria a Baal!
Stanno costruendo uno Stato simile a quello dell’ARGENTINA dei Militari chiamandola democrazia mettendoci sempre il segreto di Stato con l’appoggio del popolo drogato dai soldi delle Lobby. Eliminando il dissidente alla propria sinistra oggi gli anarchici e gli anti italiani coi familiari domani gli altri refrattari e i movimento sociali Stalin fa scuola.

07/09/2018

Poche parole sto tramontando ho vissuto l’estinzione difendendomi dagli attacchi degli squadroni della morte che avevano quel sorriso da deficiente sul volto. Dopo aver massacrato anarchici le loro compagne i figli i nipoti, sangue del nostro sangue, sangue del mio sangue. Credevano che distruggere Simonetti fosse una passeggiata così non è stato pe questi nazisti con la bandiera rossa a volte con la bandiera nera. Per combattere a viso aperto il fascismo prima bisogna combattere il fascismo rosso (il social-franchismo).
Non c’è speranza non c’è via d’uscita sono circondato evito la morte quotidianamente grazie ai miei piccoli-grandi amici resisto. Ma ho fatto un patto e va rispettato m’inchinerò di fronte alla morte. Come narra l’Pagature “ Ho scoperto che la Via del Samurai è la morte: è necessario prepararsi alla morte dal mattino alla sera, giorno dopo giorno.” Anche perché il mito diventa realtà “È bene che il samurai, anche quando è sul punto di essere decapitato, conservi l’abilità di compiere un’ulteriore azione senza incertezze. Se saprà tramutarsi in un fantasma vendicatore e mostrare grande determinazione, benché privato della testa, egli non morirà.”
L’ultimo degli anarchici stirneriani se va e muore con lui, muore con me la provocazione. Addio Lugano Bella!
Simonetti Walter un ex leggenda metropolitana da oggi non è mai esistito la macchina del fango dello Stato a vinto questa guerra infame.
Io morirò in che modo è facile immaginarlo e prego i miei Dei di aver cura del mio spirito e dei miei figli durante il passaggio.

Il nazismo ha perso ma in realtà ha vinto la guerra. Dove? Nelle cliniche dei ringiovanimenti su bambini negli anni 70 in molti paesi dell’Europa occidentale, in Italia più di 120 sono stati ringiovaniti di questi alcuni non ce la fecero. Nei laboratori in quasi tutto il mondo dove si fanno esperimenti genetici creando dei mostri a condurli sono una setta nazisti risparmiata e usata dalle potenze vincitrici. A guidarli c’è uno che si fa chiamare maestro è un pazzo nazista che usa per cavie quelli che lui chiama scarti, rifiuti, dannati della terra, tossici, paria di ogni Stato, di ogni minoranza. La scusa è che si fanno esperimenti per il miglioramento del potenziale umano ma in realtà il nazista sta continuando il progetto nazista con il consenso dei governi di quasi tutto il mondo, i primi sono stati gli USA. E’ uno scandalo al sole nessuno ne può parlare c’è il segreto di stato.
IL maestro nazista è centrale per quanto riguarda i ringiovanimenti degli anni 70, e per quanto riguarda l’abominio del “capro espiatorio” che viene praticato in molti paesi occidentali l’Italia in primis. Insieme ai finanzieri della Lobby Frankista antinomiana è loro l’idea(la redenzione attraverso il peccato) e al Partito Chiesa ufficialmente difensore dei diritti civili e delle classi meno abbienti, ma in realtà porta avanti la persecuzione di persone che non hanno per il 99% commesso nessun reato. Dal giorno alla notte diventano anti italiani e la loro vita diventa un incubo, sotto posto ad ogni tipo di violenza. C’è il silenzio generale anche perché la violenza di Stato non fa prigionieri in un cosi detto Stato di diritto. Poi ci sono i soldi che comprano le coscienze di milioni di persone che accettano come fosse normale questa norma che viene diretta dal ventennio fascista. E poi gridano sul social contro il fascismo. Gli altri Partiti sono complici avendo anche loro Lobby che fanno clientelismo ai loro simpatizzanti.
Per noi ormai quasi estinti non ci rimane che pregare i nostri Dei!
PS: Un vento ribelle nel pensiero e iconoclasta nell’azione con gli spiriti dei propri guerrieri morti è riuscita nell’impresa di sgominare la Setta del Maestro Nazista i paesi mezzo Mondo gli USA in testa chiedono vendetta il loro segreto di pulcinella è venuto a galla per qualche giorno. So che ricominceranno a fare e praticare il nazismo nel terzo millennio ma intanto degli scarti della società gli hanno dato una lezione. Anche se è l’ultima cosa che faranno.

Un esperimento si racconta dopo la morte civile. Quando tutto è iniziato? Questa devastante espiazione, questo calvario, come un Cristo post-moderno sono stato messo in Croce “forse” qualcuno dice che il vero Gesù è scappato in India a fare il Santone come Soho. Io non lo so, non so rispondere a questa domanda né ad altre perché non ho ricordi, dannati ricordi. Tabula rasa le medicine della memoria ed il mindfucking dei servizi durato un intera vita mi hanno fatto diventare uno strano essere forse un elfo forse un tipo di mostro come dice Negri. Ricordo solo lavaggi del cervello su lavaggi del cervello ad opera della struttura chiamata secondo livello del Partito-Chiesa, l’ultimo grido alla moda per i radical chic a libro paga delle lobby mafiose di Stato dello stalinismo in occidente. Potrei dire che tutto ha inizio a Bologna la città più libera d’Italia in una notte di magia e follia dionisiaca nel giugno del 1996, bevendo da un bicchiere il potere dirompente di 27 acidi, lì comincia la mia ossessione del linguaggio voluta da tutto un mondo, da tutto un paese che ne rideva e gioiva sarebbe bastato un colloquio di un ora con una psicologa ma così non fu i lavaggi del cervello del 2° livello hanno peggiorato la situazione volevano a tutti i costi uno scemo del Villaggio che sarebbe morto prima o poi suicida o peggio schiantato con l’auto ubriaco. Ma direi il falso. Alla fine del 2000 ero solo un condannato a morte e lo Stato stava eseguendo la sentenza. Commissariata prima a dei piccoli criminali poi a dei cecchini di professione ma nessuno dei due riuscì nell’intento la Forza primordiale era con me e la droga nelle vene mi dava qual incoscienza da farmi credere di essere Dio ed immortale.

L’amore rubato dai servi del Partito-Chiesa Mina canta “ci vuole l’amore” a me l’hanno rubato per un intera vita i sgherri (servi) del Partito-Chiesa perché abbiamo tentato l’assalto al cielo e screditato l’ultima burocrazia staliniana in occidente quella della questione morale quella che viene da lontano e va lontano non si sa dove o forse si diritta a controllare il proprio conto segretato in banca finanziato dalla lobby dei deviati chiamata da sempre Frankista. Da Jacob Frank il primo santone della modernità fondatore di un una setta antinomiana e poi movimento lobbistico (parastatale) dopo la sua morte creatore tra i tanti del “socialismo degli imbecilli”. Sempre coi potenti grigi, neri o rossi o bianchi sempre col potere col le loro idee da medioevo “il capro espiatorio” Io che ho vissuto da capro espiatorio e non lo auguro a nessuno, posso dire Ya Basta! Basta all’amore rubato, basta allo scempio di una Repubblica che si auto rappresenta democratica e civile nata dalla resistenza. Che al suo primo articolo dice di esser fondata sullo sfruttamento del lavoro (sic.) Basta è il grido disperato di un criminale politico un lumen come mi chiamavano gli anarchici, un refrattario, che ora è rovinato, psicologicamente e fisicamente ma ha ancora il “coraggio” del Ribelle, del Anarca Stirneriano, l’UNico! E dico di NO quando le istituzione mi chiedono e mandano dei questionari chiamati elezioni democratiche.

Ma cos’è quest’amore rubato? Chi ha deciso e perché e quando? Alla metà degli anni settanta gli anni del piombo fuso o della contestazione quando nel milanese si stava formando “l’autonomia diffusa” libera da ogni logica e azione di Partito Classe. IL Partito- Chiesa stava entrando dentro lo Stato che aveva poco di diritto e tanto di strategia della tensione. Un area politica nell’ultra sinistra che nessuno difendeva venne sacrificata i suoi militanti perseguitati e i suoi figli rinchiusi nelle cliniche manicomio del ringiovanimento ( un lascito del nazi-fascismo) per esperimenti genetici. Persi due anni della mia vita sia psicologicamente che fisicamente con altri 100 bambini io Walter Simonetti, venni ringiovanito questo è il prezzo della democrazia. Non si fermarono qui con me, l’Unico, Il Messia del Nulla che gli aveva screditati di fronte all’opinione pubblica. Ma era una scusa lo stalinismo perde il pelo ma non il vizio della persecuzione dell’avversario alla sua sinistra. Avevano programmato una vita da film da fantascienza ucronica. I dirigenti più in vista del partito, i burocrati cresciuti a pane Stalin poi ricondotti all’euro-comunismo decisero che non dovevo fare una vita normale avere rapporti con l’altro sesso, avere amicizie cioè dovevo diventare un “capro espiatorio” tante di queste idee vennero dalla Lobby Frankista legata a doppio filo al Partito-Chiesa. Coi loro soldi, coi loro killer avrebbero sistemato tutto. Ero un morto che camminava.
E se una donna ci stava sarebbe stata violentata dai “compagni” più in vista o dagli stessi dirigenti come fossero antichi sovrani, questa era la ciliegina sulla torta. Ma le cose non andarono proprio così solo col l’aiuto dei lavaggi del cervello (e le medicine della memoria illegali) da solo contro tutti sono riusciti a non farmi vivere a cancellarmi il vissuto quotidiano, mi hanno rubato l’amore. Ora siamo qui tutto è aperto anche se tutte le strade sono sbarrate. Ci vorrebbe un insorgenza singolare, un sussulto destituente a favore dell’anarca stirneriano, al massimo una petizione popolare virtuale ma non ci sarà mai per un criminale politico che alcuni considerano un vampiro (psichico) uno dei peggiori esseri umani vissuti in Italia dicono i campioni del post-stalinismo ora iper-liberali. E poi soprattutto i soldi frankisti sono soldi anche se poi fai l’uomo di sinistra e inneggi ai diritti umani ma quello che non capisci e che fai parte del socialismo degli imbecilli. All’ora non rimane altro che pregare Ba al e farsi i tarocchi che poi ci scappa pure un selfie.

Messia?! Mi chiamavano Messia, non ero stato io a decidere, anche se per qualcuno ero il piccolo grande uomo che volle farsi Dio di una moltitudine di genti “l’autonomia diffusa” tesserata col timbro dei servizi francesi del vecchio della montagna. Ma era scritto nei libri che un giorno sarei arrivato, per la Chiesa l’Anti-Cristo l’apocalisse gnostica? Per le sette iper-segrete la reincarnazione di Gesù il mago. Per miei figli tutti o quasi ero il loro eroe, per l’Ordine ero il ciarlatano del Nulla, per questo mi avevano venduto i miei zii, al miglior offerente la lobby Frankista e gli Stalinisti, in schiavitù. Per i nuovi filosofi della belle epoque un folle tossico in meno da non considerare e da rinchiudere nei nuovi manicomi a cielo aperto, per i neo-operaisti di tutte le scuole un traditore con l’infamia di aver provocato i provocatori, così per i transfughi della reazione ero l’ebreo lo spirito antinazionale. Con il loro bel comunitarismo avevano trovato la soluzione un nuovo capro espiatorio da esporre al mercato del lunedì.
Messia!? Mio figlio il turco ci ha creduto più che a se stesso!! Plagio?! Possessione? Ora non crede più è rinsavito anche grazie al potere delle mie mani sotto la spinta di Luca l’angelo che ha risvegliato di nuovo il profeta facendolo piangere lacrime che sanno di gioia di liberazione…
Questa è la libertà in questo paese occidentale

Ecco un altro “esperimento”; esperimenti, fatti… verità in ultima istanza; ma fatti non ce ne sono e qui, poi, meno che altrove. Qui tutto è inventato da qualcuno, è la trovata idiota di qualcuno – possibile che non ve ne rendiate conto? E voi lo dovete assolutamente sapere di chi è; ma, ma perché poi, a che cosa servono tutte le vostre nozioni, quale coscienza ne potrà soffrire? La mia? Io non ho coscienza, ho solamente nervi! Una carogna mi stronca, mi si apre una piaga; un’altra carogna mi loda, è un’altra piaga; tu ci metti l’anima, ci metti il cuore, e quelli, niente, ti divorano l’anima e il cuore; tiri fuori dall’anima lo schifo, divorano anche lo schifo; sono tutti colti senza eccezione… e hanno tutti fama di alta sensibilità e tutti ti turbinano intorno: giornalisti, redattori, critici, femmine, senza darti un attimo di respiro e tutti ti incitano: “Dài dài!…” Ma che razza di scrittore sono io, se addirittura odio scrivere! Se per me è un tormento, una fatica, una incombenza dolorosa, vergognosa come schiacciare le emorroidi! Un tempo pensavo che qualcuno sarebbe divenuto migliore grazie ai miei libri… ma se non servo a nessuno! Creperò… e dopo due giorni mi avranno dimenticato e cominceranno a divorare qualcun altro. Io pensavo di cambiarli e invece sono stati loro a cambiare me, mi hanno cambiato a loro immagine e somiglianza! Prima il futuro era soltanto il proseguimento del presente e tutti i cambiamenti erano molto lontani, al di là dell’orizzonte, adesso il futuro si è fuso col presente. Loro sono forse pronti a questo? Ma se non vogliono sapere niente di niente, loro divorano e stop!! (lo Scrittore)

.”

La più profonda felicità dell’uomo è nell’essere sacrificato, e la suprema arte del comando consiste nell’additare fini che siano degni del sacrificio.
Ernst Junger L’Operaio

“Ho i ricordi di un altra vita” Ma è un sogno Dargen D’amico
Ho i ricordi di un altra vita come dice Dargen, della mia vita, delle mie altre personalità, della mia schizofrenia, di Walter Simonetti l’unico il demone che si credeva Gesù e mi dico che tutto questo non è un sogno, un allucinazione, una paranoia della mia mente. Sono fuori come un terrazzo ma non mento. Forse è l’azione della torazina che mi è stata iniettata in questi anni con la forza a farmi scavare nel passato.
Poi c’è la protesi nella mandibola, uno strano elfo sono con una strana voce sono diventato. Causata da un pugno gigantesco di un fascista rosso e poi fatta esplodere dai servizi con una siringa, operato con i soldi del blasco in una clinica privata. Ma non posso fare lastre ( questo vuol dire essere un pariah della società dello spettacolo). L’unica volta che ho tentato, anni fà mi hanno preso i giro ” Pensa alla ragazze stai benissimo” e mi hanno dato una stropicciata lastra dove non si vedeva niente, nessun cd con la situazione della mandibola. Questa è l’Italia del capro espiatorio.
Ho ricordi di un altra vita come dice Dargen, tutto è iniziato alla fine del 2000 a Bologna in una notte di fuoco dove mi sono giocato tutto e poi proseguita nella città natale dove dovevo morire ma il cecchino ha avuto paura della leggenda dell’unico, chi uccide un maestro poi…, questa era la volontà del Principe e della sua lobby dei deviati. Poi un anno vissuto pericolosamente, ricordo di essere morto e poi ritornato in vita per due volte che strani questi ricordi che strana la catalessi, con una scimmia gigantesca poi la fuga a Venezia il Carnevale dove si sono scambiati i ruoli io per la prima volta diventavo attore protagonista e non più spettatore della mia vita. I miei figli quanti figli, amo i miei figli. Per un attimo ho potuto rivederli ma è stato un attimo il leviatano post-moderno non concede nulla a chi a tradito la nazione a chi è di sangue impuro, a chi ha combattuto il fascismo rosso e nero. Ricordo che dicevo a tutta la truppa della Legione Straniera Francese “Io sono uno strano soldato della legione il soldato dell’anarchia pronto a tutto sono un morto che cammina un mostro” e per questo mi hanno cacciato anche da lì. Amen. Per una notte sono stato il protagonista, l’eroe di un programma televisivo che su Rai Tre andato in onda sotto il segreto di stato, cioè ogni cinque minuti una presentatrice diceva di cambiare canale, dove sotto gli occhi increduli dei politici e dei giornalisti ho smascherato l’abominio che tuttora esiste in questo paese “il medioevo più nero”, cioè la persecuzione dei capri espiatori (chiamati schedati come anti-italiani), il 99% di questi sono uomini e donne innocenti è solo il risentimento e la vendetta del Partito-Chiesa o Partito-Stato di stalinista memoria che oggi si chiama democratico e dalla Lobby Frankista e della lobby cattolica dell’Ordine Nero che coi loro soldi spinge il cosiddetto popolo a violentare perseguitare i paria (gli anti-italiani). Veri e propri pogrom senza ebrei su cittadini inermi . I giovani di sinistra chiamano questo una conquista dei lavoratori. Il corporativismo fascista è una conquista?
Io resisto, io esisto, l’unico ha riposto la sua causa sul nulla!

Essere uomini nell’inumano Adre Ady
Poi dal mio cuore malato, straziato ,
Mi viene, ancora, in mente mi viene;
Il calcio d’un fucile il cuore mi ha sfondato,
Mille orrori gli occhi mi han logorato,
Un genio muto la gola mi ha strozzato,
E la follia il mio cervello ha sbriciolato.

Julie la mia stella del mattino

C’è sempre nelle tue parole e immagini una ricerca e definizione sublime.

“Basta amare un essere con tutto il cuore, perché tutti gli altri ci sembrino degni d’amore” W.Goetthe

Trovarti in questo oceano virtuale è stata un impresa alla Don Chischiotte perché è tutta una vita che lotto contro i mulini a vanto! Sei una luce nel deserto un oasi che rinfresca la mia mente provata da mille illusioni, ti lascio con un bacio.

Il tuo sguardo allo stesso tempo toglie il fiato e da ansia perché così è la bellezza.

Un sorriso vale più i mille parole.

Il giorno che sta nascendo spero che abbia i tuoi occhi così belli e fiduciosi.

Buongiorno il sorriso di un angelo può cambiarti il verso di una vita andata ai resti, il sorriso di un angelo è miracoloso.

Non si si può tradurre la bellezza lei esiste è presente in te dalla nascita.

Vola e guarda sempre in alto perché non cadrai mai sei un angelo di questi tempi oscuri.

Il tempo passa ma tu resti una certezza una irresistibile sirena che incanta i miei occhi e offusca la mia mente è un sogno ad occhi aperti.

Guardandoti si con l’immaginazione toccare il cielo con un dito…

Sperare anche quando tutto il mondo remi contro con la forza dell’amore.

Qual sarà il tuo segreto? Io leggo nei tuoi occhi e sento nella tua voce la poesia incontaminata di un angelo caduto tra uomini e donne posseduti da un Dio che non ammette eresie il denaro, dico questo perché un tempo ero uno stregone per i calunniatori un ciarlatano. Ma vedevo nel futuro una maledizione gli uomini non vogliono sapere il proprio destino. Ho visto anche il mio…

Il passaggio al bosco può essere una metafora, una scelta obbligata, può essere uno stile di vita di ricerca della felicità. Il mio forse si è capito è una scelta obbligata sono come un fuorilegge che cerca nel bosco un ancora di salvezza. Ma non è semplice a volte il bosco può bruciare e uno si ritrova nel mondo di sopra spaesato con una taglia sulla testa.

Forse è impossibile non basterebbero mille parole per aprire il tuo cuore perché è quello di un angelo senza padrone, che vive tra di noi fortunati di aver per poco incontrato la sua anima.

Tu sei la musa per ogni artista che abbia un cuore e degli occhi, tu sei la musa che tutti stavamo aspettando, tu sei la musa ed io sono arrivato un minuto dopo venti anni dopo, sono arrivato in ritardo ma ti amo ancora di più con lo spirito di un ribelle.

Sirena dei mari esci ora allo scoperto per fare compagnia ai miei pensieri che non sono sempre belli. Ma tu sirena allievi le ferite e con la poesia fai sognare.

Vorrei essere un insetto per poter volare vicino al tuo corpo stella del mattino. Osservarti è come rinascere di nuovo senza macchie in un altro continente ma sai bene che è solo un sogno di un uomo disperato.

Stella del mattino un ultima parola prima dell’evento! Prima che tutto evapori nella condanna del silenzio. Tu sei come una super eroina in ogni luogo e manifestazione ti trasformi in un incantevole stupore.

Hai dei poteri magici oltre quella dolce fiera bellezza e intelligenza che non guarda in faccia a nessuno anche se c’è del rispetto nei tuoi occhi c’è quella tenerezza e sensibilità che io ho perso forse per sempre, diventando il mostro della laguna nera, perché l’evento si sta avvicinando. I giorni sono tutti uguali attaccati dal nemico peggiore la solitudine. Questa è epoca di passioni tristi, Nichilismo reattivo, adorazione del denaro il vero Dio, il mio sogno è dargli fuoco ai soldi. La politica ha fallito per questo ne sto lontano qui in Italia il paese è in mano ad una Lobby che decide chi può vivere e chi invece è il paria della società dello spettacolo. La sinistra che viene dalli stalinismo oggi democratica non ha reciso nessun legame con queste barbarie medievali come il capro espiatorio ci sono anche qui interessi clientelismo e Devianza estrema. Tutto questo è nascosto dal segreto di Stato.
Io sono l’ultimo degli anarchici stirneriani tutti gli altri sono evaporati.
Ho fatto un patto con potenze ultra dimensionali come li facevano gli antichi Sumeri.
Non dimenticarmi nel bene e nel male il tuo Poeta. Che sta tramontando verso un orizzonte e una nuova vita

Il primo segno dell’inizio della conoscenza è il desiderio di morire. Questa vita sembra insopportabile, un’altra, inaccessibile. Non si ha più vergogna di voler morire. Si domanda di lasciare la vecchia cella che si odia per essere trasferiti in una nuova cella che si imparerà a odiare. Un rimasuglio di fede continua comunque a farti credere che, durante il trasferimento, il padrone passerà per caso nel corridoio, guarderà il prigioniero e dirà: non rimettete in carcere costui, egli verrà da me (Frana Kafka).
e cosa ti manca? Tutto! Manca l’essenziale l’amore.

“Chiamiamo invece Ribelle chi nel corso degli eventi si è ritrovato isolato, senza patria, per vedersi infine consegnato all’annientamento. Ma questo potrebbe essere il destino di molti, forse di tutti – perciò dobbiamo aggiungere qualcosa alla definizione: il Ribelle è deciso ad opporre resistenza, il suo intento è dare battaglia, sia pure disperata. Ribelle è dunque colui che ha un profondo, nativo rapporto con la libertà, il che si esprime oggi nell’intenzione di contrapporsi all’automatismo e nel rifiuto di trarne la conseguenza etica, che è il fatalismo.” (pp. 41-42) Trattato del ribelle Junger

“Il legame tra l’uomo e il Totem è reciprocamente benefico: il Totem protegge l’uomo, e l’uomo dimostra il suo rispetto per il Totem il molti modi , non uccidendolo…” James G. Frazer Totemismo

“Tu sei un Totem dobbiamo distruggerti per avere il tuo potere” un satanista (franchista) della provincia paranoica

“Non ti preoccupare se non hai ancora fatto quello che dovevi, eri impegnata a salvarti la vita.” Alessandra Perna

Un cervello da fermare.

Vogliono fottere la mia mente?! Al lupo al lupo! Hanno fottuto la mia mente. Quella dell’Unico che si iniziato da solo all’arte. Ci sono voluti 17 anni, 10 ricoveri in psichiatria, iniezioni illegali di sostanze vietate, tra cui l’eroina, di lavaggio del cervello, attacchi psichici, processi sommari sulla pubblica piazza, mentre il mondo fuori continua la sua corsa nel menefreghismo assoluto. Agenti speciali dell’Ordine dal passato glorioso, spacciatori di eroina di Stato con i valori che invocano la forca per gli altri, militanti del Partito-Leviatano con che ancora usano i metodi staliniani, con le loro sentenze fuori dal mondo “Tu non potrai avere rapporti”… estremisti di destra, di sinistra e di centro. Vogliosi bramosi di aumentare il proprio conto in banca di farsi una posizione. Il salario garantito nella loro lotta contro il lavoro non è mai arrivato quindi per il vecchi cattivi maestri è più facile chiedere il conto, essere a libro paga della lobby Frankista e partecipare al banchetto cannibale, allo stupro dei capri espiatori: ex anarchici stirneriani e persone che non hanno nessuna colpa se non quella di aver detto la verità alla comunità europea sui crimini del Partito Stato di questa onesta Repubblica fondata sulla sfruttamento del lavoro nata dalla resistenza, che un tempo tutti noi si è combattuto senza quartiere. Per i nazi-fascisti e i cattolici fondamentalisti e come ritornare al ventennio alla persecuzione del diverso, del ebreo è come un sogno che diventa realtà, la comunità che torna al medioevo, sangue suolo e che si erige a giudice e boia. Per tutti gli altri è la devianza, il virus della lobby, “la redenzione attraverso il peccato”Jacob Frank .
Ma noi resistiamo chi al confino chi rinchiuso in manicomio, in bilico vicino al suicidio col la morte dalla nostra aspettiamo il giudizio della Forza primordiale.

C’è qualcosa nel mondo che costringe a pensare. Questo qualcosa è l’oggetto di un incontro fondamentale e non di un riconoscimento (Deleuze 1994)
Jean-Jacques Rousseau che afferma “Se mai c’è stata al mondo una storia certa e provata, quella è la storia dei vampiri. Non manca nulla: i rapporti ufficiali, le testimonianze di persone attendibili, di chirurghi, di preti, di giudici. L’evidenza è completa”,
Sogno ad occhi aperti il mio Maestro Ananda? Dove sei? Sono allucinazioni, ti sei perso nei trip mentali indotti dall’isolamento, dalla depressione e dalla patologia (borderline) dicono i medici della terza via quella di Tony Blair il paradiso in terra il capitale che si è fatto uomo. Sono sogni virtuali, sembrano reali come le nuvole che ti passano sopra e tu fai i tuoi progetti di fuga nelle colonie extramondo, mentre loro formano strani disegni come fossero forze primordiali che attendono il loro momento per adempiere alla verità alla giustizia alla compensazione. Attraverso gli astri solo li c’è la pace sperata. Mentre ora abbiamo anche in Italia un gaucho insostenibile figlio del fascismo rosso non nasce dal niente, che non mantiene la parola data disonore, disonore, disonore. E l’alternativa a cinque stelle come la destra reazionaria e populista è la merda a cui bisogna stare lontano perché infetta per loro il capro espiatorio è intoccabile un vanto per lo Stato di diritto. I paria noi capri espiatori della società dello spettacolo siamo per tutti questi vecchi e nuovi politici dei mostri da massacrare fino alla fine dei tempi (homo sacer) diceva il vecchio filosofo che non voleva essere nominato, siamo come l’ebreo errante condannati in eterno, per cosa? Per aver offeso e screditato lo Stato, il Partito il vero il Moloc, Il vero mostro del 900? La maggioranza degli intoccabili sono in verità degli innocenti, sono il capriccio e la devianza dei finanzieri Frankisti (dei loro riti antinomiani) e dei loro amici stalinisti in ritardo di un secolo che ricercano l’immortalità e si divertono a violentare dei poveri cristi applicando le leggi del medioevo e del ventennio fascista che a parole condannano. Si credono dio in terra. Ma Dio è Morto!!
Parlo da solo come i matti sono sulla strada di Paolo ho visto la luce mentre venivo avvelenato con iniezioni di torazina e altre sostanze dai servizi della società liquida che mandano il cervello in game over. Ma ho tenuto duro e dalle parole ho imparato tanto e dai miei figli ho imparato il rispetto e l’amore. Sono il messia vagabondo sono il Messia del nulla.

Sono giorni strani dove la tensione si respira nell’aria, gente camuffata travestita come a carnevale con le maschere che fanno paura è un film dell’orrore di Pupi Avati ma siamo già oltre il tempo massimo, dopo gli anni zero e ciarlano convinti dalla tirannia dei valori ( i valori sono stati costruiti dalla borghesia per darsi un tono per ereditare il potere divino dell’aristocrazia e giustificare il dominio e l’espropriazione sui proletari e lumpen senza controllo). Cercano questi nuovi missionari del pensiero unico di plagiarti di confonderti con la persuasione e con il solito atteggiamento unidirezionale che ha un limite non accetta la differenza quella vera. IL missionario ti vuole dire è giusto che tu sia un capro espiatorio, un paria, della società dello spettacolo sei nato per subire, questi sono i grandi valori liberal democratici del bel paese. A loro interessano soltanto i soldi giovani o vecchi sono gli eredi della grande tradizione dello stalinismo, della socialdemocrazia, sono gli eredi del fascismo e della Santa Inquisizione oggi democratici, populisti, liberal fascisti, qualunquisti, con le stelle sul petto oltre la destra e la sinistra uniti per un nuovo Auto da fé.
Oggi quindi mancano le parole, anche quelle più importanti per definire un non vissuto quotidiano. La deriva senza approdi è come una discesa all’inferno. L’inferno cari preti è qui sulla terra l’avete costruito voi. Si può definire questo vivere? Uno direbbe cosa ti manca? Tutto! Manca l’essenziale l’amore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...