Come un ladro nella notte!

Non è semplice, non è di tendenza, non è piacevole, non è giusto è anticristiano grazie a DIo e non è social ( se hai paura della paura non leggere ti prego ). Parlare di quel pensiero, di quel idea senza ritorno che tante volte mi ha affascinato, stregato, ossessionato,come un ladro nella notte cioé? Farla finita. Che vertigine sentirsi per la prima volta padroni della propria vita! Schiavo e ribelle che il tempo ha ridotto a cosa?Ad oggetto del desiderio di invisibili esseri senzienti.

Chiudere la partita per sempre ed accettare la sconfitta anche se ho pagato il prezzo della mia follia e in cambio ho ricevuto le risa e le violenze di un intera nazione. Non rimane che aspettare l’evento senza paura sognando anche colonie extra mondo. Perché se cadi in disgrazia devi trarne le conseguenze. E come per magia torna dentro di me la ricerca della spiritualità. Se tutto è illusione che senso può avere la mia vita?

Le prima volte che ho tentato in vano non le ricordo so solo che alcune persone che amavo come fossero divinità mi hanno ferito, tradito, è mio il tallone d’Achille, che tutti conoscono, ma rimembro ancora a Bologna alla fine degli anni 90 le due volte che Giuseppe mi salvò la vita.

In questi ultimi 20 anni dentro e contro i gironi del inferno tornava come un ladro nella notte quel pensiero. Bastava un niente una parola uno sguardo e piano piano non eri più padrone della mente. Da mattina a sera pensavi solo a quello e come farlo. Però l’istinto di sopravvivenza mi portava a volte a bere fino allo sfinimento per cacciare quel ladro, quel genio che si era impadronito della mia vita. A volte mi svegliavo, dopo una notte da dimenticare, e non avevo voglia di fare niente nemmeno di farla finita. Come un ladro nella notte convivo con i miei spettri, con le mie debolezze, con la mia voglia di vivere di amare nonostante il mondo, nonostante gli uomini.

E non ti cerco più… maestra! Se ti chiamavo così c’era un motivo: rispetto.

Ma ascoltare quella musica, la tua musica mi fa stare male. Potresti non capire, si lo so non sei come loro come i licantropi di Bologna, ma sono solo per te un fantasma del natale passato e tu vivi la tua Leggenda Personale mentre un esocismo o una stregoneria che io ho praticato mi fa scomparire dalla tua vita. E poi ripenso quando ascolto la tua voce, a mia moglie la zingara (vera) con suo figlio felice a Piazza Maggiore i desaparesido di questa Repubblica delle banane, e so che oggi i tuoi amici non ridono più perché il padre si è risvegliato con le sue leggi antiche ma giuste. Io ho pregato e prego i miei DEI per la compensazione!

5 risposte a “Come un ladro nella notte!

  1. Spero che finalmente hai cacciato quel genio malefico dalla tua vita, quel genio che ti faceva bere, quel genio che ti imprigionava la vita. Spero che adesso sia uun pò meglio la tua vita.

      • Io soffro d’ansia pure. Ho avuto il primo attacco di panico nel 2017 dopo un litigio con mia madre in cui finii al probto soccorso.Mi disero che era solo nervosismo. Ma non era così. Finii al pronto soccorso altre due volte prima di leggere su internet che avevo ansia e non nervosismo. Ho avuto a che fare spesso con dottori incompetenti e se non fosse stato per internet non avrei mai capito niente dei miei sintomi. Feci psicoterapia per 2 anni con uno psicologo. Alcune cose migliorarono e altre no. Essendo stata abusata da bambina e non sapendo mai chi fosse il mio carnefice, perché il mio subinconscio ha messo una barriera di difesa per evitare il ricordo, il mio psicologo non poté ipnotizzarmi per scoprire chi fosse l’abusatore, perché c’era il rischio di un crollo interiore. Quindi anche se non ho quasi più incubi bruttissimi, in cui sono sempre in quelle scene dell’abuso, almeno il panico é stato sostituito da attacchi d’angoscia, che durano più tempo ma non hanno gli effetti fisici dell’attacco di panico. Tu sei mai stato da uno psicologo? Se non vuoi parlarne qui magari me lo spieghi per mail 😐

      • Ciao Amleta io sono in psicoterapia da 20 anni è brutto dirlo ma la mia vita la mia mente è andata a sbattere contro un muro. Ho avuto attacchi di panico nel 2018 due di fila e da quella volta è calato il sipario vedo tutto nero anche se riesci a gestire l’ansia. Il tuo consiglio sugli hare krisna mi è garbato tanto.🦄

      • Quindi tu sei in terapia con psicofarmaci? Io prendo a volte un tranquillante, Lexotan, quando sto peggio. Oppure se sto davvero molto male mi metto le cuffie e mi sparo della musica con tanti bassi. Sai perché? Perché siccome il cuore quando ho ansia mi va troppo veloce, ascoltando musica con un ritmo cadenzato mi regolarizza il battito. Per questo ti dico che anche i Mantra sono molto potenti e aiutano tantissimo. Io ho ricevuto tanta pace e amore dagli Hare Krishna. Amore vero e non cose sentimentali. E posseggo ancora un sari e mi manca davvero tanto non poterci andare più. Adesso vivo qui in Italia e il tempio più vicino a me dista 3 ore e ci si puó arrivare solo in macchina. E adesso non son più in grado di guidare in autostrada. Io se vuoi ti posso dare il link del loro sito intanto, se vuoi curiosare un pò. Io ho la Baghavad Gita ma il libro é in inglese. Ma nel loro sito c’é tutto e puoi anche fargli domande e sapere dove sono vicino a te. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...